Padule di Fucecchio (Pistoia) e calendario visite guidate primavera 2017

Padule di Fucecchio 3

Il Padule di Fucecchio si trova a circa 15 km dall’Agriturismo I Pitti.

Ha un’estensione di circa 1800 ettari e rappresenta la più grande palude interna italiana.

Per la sua particolare collocazione, il Padule ospita contemporaneamente piante adatte sia a climi caldo umidi, sia a climi freddi del nord ed è stato inserito nell’elenco dei biotopi di rilevante interesse vegetazionale meritevoli di conservazione in Italia nel 1979.

Birdwatching

Il Padule riveste un ruolo fondamentale nelle rotte migratorie fra la costa tirrenica e l’interno; qui si possono osservare nel corso dell’anno oltre 200 specie di uccelli.

L’area palustre offre quindi eccezionali spunti per gli appassionati di birdwatching e fotografia naturalistica, soprattutto durante il passo primaverile.Padule di Fucecchio 1

Il passaggio dei migratori, insieme con il ciclico alternarsi dei periodi di secca e di piena, scandisce ancor oggi il ritmo naturale delle stagioni: un aspetto del Padule che si apprezza anche con visite ripetute nel tempo.

Particolare rilievo naturalistico assumono gli aironi che costituiscono qui una grande garzaia: una vera e propria “città degli aironi” con migliaia di uccelli fra genitori, giovani ed immaturi dell’anno precedente. Si tratta della colonia di nidificazione più importante dell’Italia centro-meridionale, sia per il numero delle coppie nidificanti (circa 1000) che per la presenza contemporanea di sette specie: la Nitticora, la Garzetta, la Sgarza ciuffetto, l’Airone guardabuoi, l’Airone Cenerino, l’Airone bianco maggiore e l’Airone rosso.

In Padule sono ancora presenti, in forma residuale, attività legate alla lavorazione delle erbe palustri: la raccolta e l’intreccio del “sarello” od della “sala” (per “rivestire” sedie e fiaschi e per altri oggetti di uso quotidiano), della “gaggia” e di altre piante tipiche dell’area umida sono tuttora praticate da pochi valenti artigiani.

Scegliete di scoprire questo straordinario angolo naturalistico che sebbene unico in Italia e dall’importanza enorme da molti punti di vista è ancora oggi poco conosciuto fuori dagli ambiti locali. Ci si augura che la sensibilità di un turismo attento possa veicolare nel mondo le bellezze di questo luogo e perseverare un ecosistema unico. Padule di Fucecchio 2

Per favorire la fruizione della palude, e al tempo stesso proteggere l’avifauna dal disturbo antropico, sono stati realizzati percorsi schermati e osservatori faunistici, come quello de “Le Morette” (un vecchio casotto di caccia e pesca riadattato) che consente una perfetta visuale sugli specchi d’acqua della Riserva Naturale.

L’itinerario più semplice e maggiormente richiesto è l’itinerario “Le Morette”, un percorso particolarmente adatto per gli amanti del birdwatching e dell’osservazione naturalistica.

Il punto di partenza è presso il Centro Visite di Castelmartini dove è raccolta una buona documentazione sulla zona umida: una piccola mostra fotografica su flora e fauna, acquari con le specie ittiche più caratteristiche, manufatti realizzati con le erbe palustri ed una fornita biblioteca tematica.

Da qui, seguendo le indicazioni stradali per la Riserva Naturale, si arriva con una bella strada panoramica al Porto delle Morette dove è opportuno parcheggiare l’auto prima del ponte.

Si comincia quindi la passeggiata che tocca il porto del Padule, si oltrepassa quindi una pioppeta per raggiungere infine il Casotto Verde (Casotto del Biagiotti), che è stato trasformato in osservatorio faunistico; attraverso feritoie schermate, si possono osservare i grandi chiari all’interno della Riserva, protetti sui bordi da estese cinture di canneti.

Di fronte all’osservatorio, su alcuni arbusti emergenti e nel grande canneto, nei mesi primaverili–estivi si trova la garzaia che ospita nidi appartenenti a sette diverse specie di aironi; nei periodi autunnali e invernali gli specchi d’acqua ospitano invece migliaia di anatre, folaghe e altri uccelli acquatici svernanti.

Il periodo migliore per la visita è quello primaverile, da marzo alla prima metà di giugno; durante l’estate si devono privilegiare l’alba o il tramonto, evitando le ore più calde, mentre da settembre a gennaio sono da preferire i giorni di martedì e venerdì (silenzio venatorio) dato che la piccola Riserva è circondata da aree in cui è consentita la caccia.

Padule di Fucecchio                                                                                                         Castelmartini (PISTOIA)

www.zoneumidetoscane.it

Torna a www.agriturismoipitti.it

VISITE GUIDATE AL PADULE DI FUCECCHIO
CALENDARIO COMPLETO DA MAGGIO 2017

Domenica 1 maggio, ore 9-12 e 14,30-18
Birdwatching nella Riserva Naturale del Padule di Fucecchio Area Le Morette; apertura del Centro Visite di Castelmartini e dell’osservatorio faunistico de Le Morette, ad accesso libero, con operatore del Centro e cannocchiale a disposizione dei visitatori.

Domenica 7 maggio, ore 9-12
Riserva Naturale del Lago di Sibolla: una visita nella piccola zona umida che rappresenta, dal punto di vista floristico, uno dei più importanti biotopi palustri della Toscana.

Venerdì 12 maggio, ore 18,30-21,30
Il Padule di notte: al tramonto (e oltre) nella Riserva Naturale, area Le Morette; ascolto dei rapaci notturni nel bosco.

Domenica 14 maggio, ore 9-19
Open Day della Riserva Naturale del Padule di Fucecchio: oltre alle aperture del Centro Visite e dell’osservatorio faunistico de Le Morette ad accesso libero, con operatore del Centro e cannocchiale a disposizione dei visitatori, inaugurazione di mostre di disegno e fotografia naturalistica ed altri eventi straordinari; nel pomeriggio lavorazione delle erbe palustri a cura dell’Associazione Intrecci, bomboloni delle signore di Castelmartini ed altro.

Domenica 14 maggio, ore 15-18
Riserva Naturale Padule di Fucecchio – Area Righetti.

Domenica 21 maggio, ore 9-12
Colle di Monsummano: itinerario botanico alla scoperta delle varie specie di orchidee selvatiche e delle piante della macchia mediterranea.

Sabato 27 maggio, ore 15-18
La vita rurale in Padule: dalla Fattoria Medicea di Stabbia al Museo della Civiltà Contadina “Casa Dei” di Bagnolo, con “merenda dei nonni” sull’aia a base di pane con olio e pane con pomodoro.

Domenica 28 maggio, ore 9-12
La lecceta di Pietramarina: itinerario sul Montalbano che unisce interessi storici (Pieve di San Giusto, scavi etruschi) e naturalistici (lecci ed agrifogli centenari).

Domenica 28 maggio, ore 16-19 – Il giorno della cicogna
Visita al nido della Cicogna bianca di Quarrata; presentazione introduttiva presso il Museo della Casa di Zela.

Venerdì 2 giugno, ore 16-19
La Querciola di Quarrata: visita nell’area naturale protetta.

Domenica 4 giugno, ore 9-12
Riserva Naturale Padule di Fucecchio – Area Righetti.

Venerdì 9 giugno, ore 19-22
Il Padule di notte: al tramonto (e oltre) nella Riserva Naturale, area Le Morette; ascolto dei rapaci notturni nel bosco.

Domenica 11 giugno, ore 9-12 e 16-19 – Il giorno della cicogna
Visita al nido della Cicogna bianca di Monsummano Terme; presso il punto di osservazione in via del Fossetto o in bus navetta dall’ipercoop di Montecatini

Domenica 18 giugno, ore 9-12
Da Massarella al Porto di Salanova con sosta all’apiario della lavanda e degustazione di prodotti de Le Api di Alessandra.

Domenica 25 giugno, ore 9-12
San Baronto e il Barco Reale: itinerario sul Montalbano (Lamporecchio) alla scoperta dei tratti meglio conservati del muro mediceo; degustazione a cura della Strada dell’olio e del vino del Montalbano – Le colline di Leonardo.

Domenica 2 luglio, ore 7-12
“Festa del Sarello” a Castelmartini con visite nell’area Righetti per vedere dal vivo la raccolta delle erbe palustri e dimostrazioni sulla lavorazione.

Venerdì 7 luglio, ore 19,30-22,30
Il Padule di notte: al tramonto (e oltre) nella Riserva Naturale, area Le Morette; ascolto dei rapaci notturni nel bosco.

Le visite contrassegnate da un asterisco *, organizzate in collaborazione con il Comune di Monsummano Terme, sono gratuite in quanto inserite nellle attività del progetto “Padule di Fucecchio tra memoria e tradizione”  finanziato dalla Fondazione CARIPT; per queste visite è prevista una introduzione sul tema presso le sale dedicate del Museo della Città e del Territorio di Monsummano Terme.

COME PARTECIPARE
Le visite si svolgono con una Guida Ambientale riconosciuta ai sensi della L.R. 14/2005.
Quando non diversamente indicato, è prevista una quota di partecipazione di € 6,00 (€ 4,00 da 6 a 18 anni).
Per alcuni percorsi è previsto anche un biglietto di ingresso al museo o una piccola quota per la degustazione di prodotti tipici, indicate nella descrizione in dettaglio della visita.
Per partecipare è necessario iscriversi entro e non oltre il venerdì, tenendo presente però che le visite sono a numero chiuso e quindi ci potrebbero essere problemi di posti disponibili.
Visite guidate in altre date possono essere concordate per gruppi e classi scolastiche.

INFO E PRENOTAZIONI
Centro R.D.P. Padule di Fucecchio Onlus
Tel. e fax 0573/84540
E-mail fucecchio@zoneumidetoscane.it

Galleria | Questa voce è stata pubblicata in Attività per i Bambini, Giugno 2017, Maggio 2017, PISTOIA, Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...