Pistoia – I Brigidini – Storia di un dolce nato per errore

Brigidini Lamporecchio 1L’ emblema di Lamporecchio, piccolo comune del Montalbano pistoiese, è un piccolo dolce croccante dal gusto unico e inconfondibile: il brigidino. Solo pochi non lo conoscono perché generalmente si trova sulle bancarelle di fiere e sagre di tutta Italia e non ci si può sbagliare. Queste cialde dal retrogusto di anice sono così famosi da essere rammentate persino nel vocabolario della Crusca.

Il brigidino è un wafer rotondo con un diametro di circa 7 cm, sottile come un’ostia e decorata ai bordi. Fragile e croccante, ha un inconfondibile colore arancio-giallo e un sapore unico di anice combinato con pasta dolce fatta di zucchero, farina, uova.
La produzione risale al periodo rinascimentale. Ci sono diverse ipotesi sull’origine del nome, ma quella più affermata dice che il nome deriva dalle Brigidine, monache di un convento di Lamporecchio devote a Santa Brigida.

Tradizionalmente preposte alla preparazione delle ostie per la comunione, le suore hanno inventato la ricetta di questi wafer verso la metà del 16 ° secolo, che non a caso hanno la forma delle ostie dato che sono state fatte premendo l’impasto tra due piastre di ferro circolari molto calde.

Questa somiglianza ha alimentato una leggenda nel corso degli anni: che i brigidini
sono nati per errore. Tutto è iniziato con un errore commesso da una suora di S. Brigida mentre stava preparando l’impasto per le ostie. Per non perdere la miscela, le sorelle decisero di perfezionarla con l’aggiunta di semi di anice.

Questo è il modo in cui è stato creato questo “piacere speciale” – come definito da Pellegrino Artusi nel 1851 nel suo famoso del volume “La scienza in cucina e l’arte di mangiar bene”.

Errore o meno, il successo dei brigidini è stato immediato e si è diffuso in tutta la zona Pistoiese, ma Lamporecchio è sempre rimasta come loro luogo di produzione, come testimoniato da un vecchio modo di dire toscano “tutti i brigidini provengono da Lamporecchio”.

Questi dolci sono subito diventati una caratteristica essenziale in fiere e sagre contadine.

www.agriturismoipitti.it

Galleria | Questa voce è stata pubblicata in Prodotti Tipici Toscani, Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...