Il Ponte del Diavolo di Borgo a Mozzano – Lucca

ponte[1]A soli 20 km da Lucca, in località Borgo a Mozzano, esiste un magnifico ponte medievale a schiena d’asino formato da imponenti arcate, edificato forse nell’XI secolo per volere della contessa Matilde di Canossa.
La solidità di questo ponte sembra davvero una sfida alla forza di gravità e si racconta che da secoli resista alle numerose piene del fiume Serchio. Che il ponte sia davvero, come sostiene la leggenda popolare, una costruzione diabolica?
Si narra che una volta, tanto tempo fa, sulle rive del fiume Serchio, a un bravo e stimato capomastro fu chiesto di costruire un ponte.
L’uomo si mise subito all’opera, ma ben presto si accorse che il lavoro non procedeva con quella sveltezza che aveva promesso ai suoi compaesani e poiché era un uomo rispettoso e puntuale agli impegni presi, cadde nella più profonda disperazione.
L’uomo si mise a lavorare ininterrottamente, giorno e notte, ma il lavoro continuava a non procedere e i giorni al contrario trascorrevano velocissimi.
Una sera il capomastro sedeva da solo sulle rive del fiume e mentre pensava alla vergogna e al disonore che avrebbe subito per non aver terminato il ponte nei tempi prestabiliti, gli apparve il Diavolo travestito da rispettabile uomo d’affari.
Il Diavolo andò incontro al capomastro e gli disse che lui sarebbe stato in grado di terminare il ponte in una sola notte. L’uomo, incredulo, continuò ad ascoltarlo e alla fine accettò la proposta del Diavolo: lui avrebbe finito il ponte e il capomastro si sarebbe impegnato a consegnargli l’anima della prima persona che lo avesse attraversato.
Il giorno successivo il ponte era finito e la folla stupefatta andò a congratularsi con il capomastro. L’uomo si raccomandò di non attraversare quel ponte bellissimo fino a che il sole non fosse tramontato.
Detto questo partì in groppa al suo cavallo in direzione di Lucca per consultarsi con il Vescovo.
Il Vescovo disse al capomastro di non preoccuparsi e di lasciare che il Diavolo si prendesse l’anima del primo che avesse attraversato il ponte, ma il primo a passare sul ponte avrebbe dovuto essere un maiale.
E così un maiale fu fatto passare sul ponte e il Diavolo furibondo per esser stato sconfitto, si gettò nelle acque del fiume Serchio. Non fu mai più rivisto da quelle parti.
Il ponte del Diavolo di Borgo a Mozzano è diventato famoso in tutta Italia come luogo di ritrovo per festeggiare Halloween.
Inizialmente erano solo alcuni ragazzi toscani, soprattutto lucchesi, pisani e livornesi, che con i loro costumi da streghe, mostri e vampiri si ritrovavano a festeggiare in prossimità di questa splendida e lugubre architettura.
Da qualche anno invece i festeggiamenti sono arrivati a includere l’intero week end e dal 29 al 31 di ottobre di ogni anno e a Borgo a Mozzano si organizza una vera e propria Halloween Celebration.

Caterina Pomini da http://www.inyourtuscany.com

Torna a www.agriturismoipitti.it

Galleria | Questa voce è stata pubblicata in Curiosità, Garfagnana, Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...